Registro dei titolari effettivi: il TAR Lazio sospende l’adempimento

Registro dei titolari effettivi: il TAR Lazio sospende l’adempimento di Luigi Ferrajoli   I giudici amministrativi hanno sospeso l’obbligo di comunicazione del titolare effettivo la cui scadenza era stata fissata all’11 dicembre 2023. La Sezione Quarta del TAR Lazio con l’ordinanza n. 8083/2023, pubblicata in data 07.12.2023, ha, infatti, accolto l’istanza cautelare di sospensione dell’operatività del Registro […]

Le nuove disposizioni in materia di whistleblowing

Con il D.Lgs. 24/2023, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 15.03.2023, l’ordinamento italiano ha recepito la Direttiva UE 2019/1937 che riguarda la protezione delle persone che segnalano violazioni del diritto dell’Unione (c.d. disciplina whistleblowing). Il Decreto, che costituisce un unico corpo normativo sia per il settore pubblico sia per quello privato, abroga e modifica la disciplina […]

La presunzione di distribuzione degli utili extrabilancio in capo alla società di capitali

Riaffiora all’attenzione delle Corti di Giustizia Tributarie la spinosa tematica della presunzione di ripartizione degli utili occulti ai soci, in presenza di una rideterminazione del reddito d’impresa operata nei confronti di una società a ristretta base familiare. Al riguardo, la giurisprudenza di legittimità aveva già avuto modo di specificare che “in tema di accertamento delle […]

L’obbligo degli Uffici di dare esecuzione alle sentenze tributarie

A seguito delle modifiche apportate dal D.Lgs. 156/2015 all’articolo 67-bis del D.Lgs. 546/1992, tale previsione stabilisce che le sentenze delle commissioni tributarie (oggi, per effetto della Legge n. 130/2022, corti di giustizia tributaria di primo e di secondo grado) sono esecutive. Già anteriormente al D.Lgs. 156/2015, peraltro, la giurisprudenza di legittimità aveva sancito che l’efficacia immediata delle sentenze delle commissioni tributarie concernenti atti impositivi fosse già riconosciuta dal sistema. Essa doveva desumersi, oltre che dal generale rinvio effettuato dall’articolo 1, comma 2, del D.Lgs. 546/1992 alle norme del codice di procedura civile, e quindi anche all’articolo 282 c.p.c., anche sulla base dell’articolo 68 del menzionato D.Lgs. 546/92.

Nulla la notifica dell’Agente della Riscossione se la PEC proviene da un indirizzo non ufficiale

E’ nulla la cartella di pagamento proveniente dall’Agenzia delle Entrate – Riscossione se la relativa notifica, tramite Posta Elettronica Certificata, è stata effettuata da un indirizzo mittente PEC (che non corrisponde a quello primario dell’Agenzia delle Entrate -Riscossione, come risultante dalla piattaforma IPA (protocollo@pec.agenziariscossione.gov.it), né risulta essere contenuto in nessuno dei pubblici elenchi approvati dalla […]

Imposta di registro: la decadenza dell’Ufficio dalle azioni esecutive

La differenza sostanziale tra “ruolo” ed “estratto di ruolo” (termini talvolta impropriamente utilizzati come sinonimi) è stata tracciata dalla Corte di Cassazione, nella nota sentenza n. 19704/2015; al riguardo la Suprema Corte ha avuto modo di chiarire che “il “ruolo” (atto impositivo espressamente previsto e regolato dalla legge, anche quanto alla sua impugnabilità ed ai […]

Profili applicativi delle regole sulla comunione in materia di titoli IP

Di recente, numerose Sezioni Specializzate in Materia d’Impresa sono state chiamate e risolvere la spinosa questione inerente ai profili di legittimità ad agire in giudizio per i contitolari di titoli di privativa industriale, in assenza di iniziative condivise da maggioranze societarie. La vexata quaestio coinvolge, invero, la non sempre lineare applicazione delle regole civilistiche in […]

Il consolidamento del debito tributario nella procedura di transazione fiscale

L’istituto della transazione fiscale risente del principio di indisponibilità del credito tributario, sicché la relativa disciplina normativa è di stretta interpretazione e non può essere assoggettata ad interpretazione analogica o estensiva. Come noto, la ratio che giustifica il ricorso allo strumento transattivo è strettamente legata all’esigenza di voler privilegiare la composizione concordata della crisi, evitando, […]

La disciplina fiscale del rapporto tra calciatore e procuratore

Una recente pronuncia della Corte di Cassazione, ripresa dai media nazionali, ha riproposto l’annosa questione del corretto trattamento fiscale delle somme percepite dal procuratore sportivo per le prestazioni di servizio rese a favore dell’atleta. Nella vicenda, che ha coinvolto un noto calciatore professionista, titolare della nazionale italiana, la Suprema Corte ha definitivamente ritenuto responsabile l’atleta […]

error: Il sito è protetto da copyright!