Interpello

Il d.lgs. n. 156 del 24 settembre 2015 ha attuato una profonda riforma dell’istituto dell’interpello la cui finalità, secondo le intenzioni del legislatore, è quella di rafforzare la collaborazione fra Amministrazione Finanziaria e contribuente. I criteri direttivi dettati dalla legge di delega fiscale (Legge n. 23/2014) per la riforma dell’interpello erano: a) eliminare le forme […]

Continua la lettura di... La revisione degli interpelli attuata con il d.lgs. n. 156 del 24 settembre 2015

Le Commissioni Tributarie, provinciali e regionali, sono prevalentemente concordi nell’ammettere l’autonoma impugnabilità del provvedimento di diniego di disapplicazione della normativa antielusiva emesso al termine del procedimento instaurato con la presentazione dell’istanza di interpello ai sensi dell’articolo 37-bis, comma 8, del D.P.R. 600/1973. Il problema dell’autonoma impugnabilità del provvedimento de quo nasce dalla sua non espressa […]

Continua la lettura di... L’impugnabilità del diniego di disapplicazione della normativa antielusiva nella giurisprudenza di merito

L’art. 10, comma 2, della Legge n. 212 del 2000, nel tutelare l’affidamento del contribuente che si sia conformato a indicazioni contenute in atti dell’Amministrazione finanziaria, limita gli effetti di tale tutela alla sola esclusione delle sanzioni e degli interessi, senza incidere in alcun modo sull’obbligazione tributaria, diversamente dall’art. 11 della medesima legge, il quale, […]

Continua la lettura di... Il legittimo affidamento del contribuente costituisce esimente dall’applicazione delle sole sanzioni tributarie