Fisco

La rivoluzione copernicana introdotta dall’art. 25 quinquiesdecies del d.Lgs. 231/01 inizia a far comprendere la portata innovativa della scelta normativa compiuta attraverso la legge 15 dicembre 2019, n. 157, che, come noto, ha ufficialmente annoverato gli illeciti fiscali tra quelli ai quali consegue una responsabilità amministrativa degli enti ai sensi del d.Lgs. 231/2001, prevista dall’art. […]

Continua la lettura di... I Modelli Organizzativi 231 scongiurano il pericolo di recidiva per i reati fiscali

L’articolo 39 del decreto legge 26 ottobre 2019, n. 124, convertito con modificazioni dalla legge 15 dicembre 2019, n. 157, oltre a prevedere un inasprimento delle pene per una serie di reati tributari e introdurre l’ipotesi di confisca allargata nei casi di contestazione in disamina, ha ufficialmente annoverato gli illeciti fiscali tra quelli ai quali […]

Continua la lettura di... I Modelli Organizzativi 231 e la prevenzione degli illeciti fiscali: verso la “metanalisi” di clienti e fornitori

Il d.Lgs. n. 504/95 (Testo Unico Accise – TUA) ha introdotto nel nostro Ordinamento un gruppo eterogeneo di imposte erariali che colpiscono la fabbricazione e/o il consumo di determinati prodotti ovvero l’importazione dei medesimi nel territorio dello Stato. Tali imposte e la loro struttura giuridica, influenzata da una costante opera di armonizzazione da parte del […]

Continua la lettura di... L’accisa sui prodotti petroliferi: dal Depositario Registrato dipende l’immissione in consumo e la connessa esigibilità dell’imposta

Avv. Luigi Ferrajoli 21 Ottobre 2019

Con il Decreto 8 febbraio 2019 (G.U. Serie Generale, n. 89 del 15 aprile 2019), in materia di tracciabilità dei medicinali veterinari e dei mangimi medicati, è stato introdotto l’obbligo, anche per i medici veterinari, di alimentare – all’atto della prescrizione del medicinale veterinario, del mangime medicato e del prodotto intermedio – il nuovo sistema […]

Continua la lettura di... Quale aliquota Iva per i farmaci veterinari

Avv. Luigi Ferrajoli 7 Ottobre 2019

La globalizzazione dei business e la digitalizzazione dei processi interni all’impresa assegnano sempre maggiore importanza alla dimensione transnazionale delle fiscalità, la cui corretta gestione diventa elemento cruciale tanto per le imprese multinazionali che operano in Italia quanto per le imprese italiane che cercano di espandersi all’estero. Le imprese devono – da un lato – operare nel rispetto delle […]

Continua la lettura di... La fiscalità internazionale: guida alle ultime novità

Tra le questioni attualmente più dibattute in dottrina e in giurisprudenza si segnala la problematica relativa alle richieste di rimborso della c.d. “euroritenuta” formulate dai contribuenti che hanno aderito alla procedura di collaborazione volontaria introdotta dalla legge n. 186 del 15.12.2014 e successivamente reiterata con il D.L. n. 163/2016, convertito in legge, con modificazioni, dalla […]

Continua la lettura di... La richiesta di rimborso della c.d. euroritenuta ex art. 10 D.Lgs. 84/2005

Avv. Luigi Ferrajoli 12 Aprile 2018

Un problema fondamentale che si è posto sin dagli inizi dello sviluppo delle attività commerciali in internet è quello relativo a determinare se e quando un’attività commerciale svolta tramite un server è produttiva di reddito e come debba essere sottoposta a tassazione; più in particolare, quando sia configurabile una “stabile organizzazione”, quando un’impresa estera, nello […]

Continua la lettura di... E-commerce e stabile organizzazione: una questione ancora aperta

Nel nostro ordinamento giuridico, l’articolo 91 cod. civ. prevede che il Giudice, in sentenza, debba condannare la parte soccombente al pagamento delle spese di lite, liquidandone il compenso. Nel caso in cui vi sia stata una proposta conciliativa, qualora il Giudicante accolga la domanda in misura non superiore a quanto previsto dalla stessa, condannerà la […]

Continua la lettura di... Non può essere condannato alle spese di lite l’attore parzialmente vittorioso

Il tema del raddoppio dei termini è spesso oggetto di discussione in dottrina e giurisprudenza anche nella versione prevista dall’art. 12 D.L. 78/2009 che prevede, al comma 2 che “In deroga ad ogni vigente disposizione di legge, gli investimenti e le attività di natura finanziaria detenute negli Stati o territori a regime fiscale privilegiato di […]

Continua la lettura di... La Cassazione è finalmente intervenuta sancendo l’irretroattività dell’art. 12 D.L. 78/2009

La domanda di rimborso dell’IVA deve ritenersi già formulata con la compilazione, nella dichiarazione annuale, del quadro relativo al credito, mentre la presentazione del modello VR costituisce esclusivamente presupposto per l’esigibilità del credito e, quindi, è un adempimento necessario solo per dare inizio al procedimento di esecuzione del rimborso; ne consegue che, una volta manifestata […]

Continua la lettura di... La Cassazione conferma che il diritto al rimborso dell’Iva dichiarata si prescrive in dieci anni